Argomento:

NON SI PLACA LA PROTESTA DEI LAVORATORI exLSU/ATA - IL 10 E 11 DUE GIORNI DI MOBILITAZIONE GENERALE

IL MINISTRO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE VUOLE LA BOTTE PIENA, LA MOGLIE UBRIACA E I LAVORATORI ALLA FAME!

Napoli -

In questi giorni, mentre ancora sono in atto le procedure di licenziamento e i ritardi nei pagamenti degli stipendi, il MIUR per il 2011 decide di continuare sulla scellerata strada degli appalti ma con forti tagli alle risorse, garantendo così comunque le imprese ma facendo cassa sulla sola pelle degli utenti e dei lavoratori e di quelli del centro-sud.

Così facendo il MIUR si garantisce la fine dell'anno scolastico ma prepara in questi giorni le condizioni, con il nuovo appalto al ribasso, per un peggioramento del servizio e un disastro occupazionale con cassintegrazione, licenziamenti e riduzioni drastiche degli orari lavorativi e maggiori carichi di lavoro per i 14.000 ex-lsu nelle scuole. Sarà che la Lega è al Governo, ma così si opererà un taglio discriminante di risorse solo nelle scuole del centro sud!

 

Non è il tempo di stare alla finestra

e aspettare che "dio ce la mandi buona!"

 

 

BLOCCHIAMO I PROGETTI DI LIQUIDAZIONE DEGLI EX-LSU

DELLA LEGA E DI QUESTO GOVERNO

lunedì 10 e martedì 11 GENNAIO

due giorni di mobilitazione generale

 

il 10 gennaio assemblea dei lavoratori presso la sala multimediale del comune di napoli alle ore 10,00

 interverranno il Direttivo Nazionale USB e i Sindaci di vari comuni

 

 l’ 11 gennaio  presidio sotto l’Ufficio Scolastico Regionale di Napoli in via Ponte della Maddalena alle ore 09,30

 

Se lottiamo possiamo fermarli!!!

DIFENDIAMO CON LA LOTTA LA DIGNITA’ e IL LAVORO:

contro ogni licenziamento e riduzione di orario e salario

per il  prepensionamento e l’assunzione ATA sui posti in organico accantonati

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni